FANDOM


Cappuccetto rosso, punto di vista: cacciatore.

Mentre s'aggirava per il bosco alla ricerca del lupo che gli sfuggiva da tempo, passando davanti alla casa della nonna il cacciatore udì un sonoro russare. Pensò allora fra sé: "Come russa la vecchia! Devi darle un'occhiata se ha bisogno di qualcosa.". Trovando la situazione sospetta, il suo istinto gli disse di cercare degli indizi per chiarirsi le idee. C'erano delle grosse impronte per terra, certamente non appartenenti a chi poteva abitare in questa casa: evidentemente qualcosa proprio non quadrava. Entrò nella stanza e avvicinandosi al letto si vide il lupo giacere assopito davanti ai suoi occhi increduli. Stava per puntare lo schioppo quando gli venne in mente che forse il lupo aveva ingoiato la nonna e che forse poteva ancora salvarla. Così non sparò, ma prese un paio di forbici e aprì la pancia del lupo addormentato. Dopo due tagli vide brillare il cappuccetto rosso, e dopo altri due la bambina saltò fuori gridando: «Che paura ho avuto! Era così buio nella pancia del lupo!». Fu così contento che si fosse salvata... Ripensò a quanto tutti le volessero bene, specialmente la nonna. Per fortuna non è successo l'imponderabile.

Venne fuori anche quest'ultima, dalla pancia del lupo, viva e vegeta. "Cappuccetto Rosso, bimba mia, stai bene! Il cappuccetto che ti ho regalato non si è sgualcito nemmeno un po'!", si rallegrò la nonna. E tutti assieme confabularono di riempire il ventre del lupo con dei gran pietroni per appesantirlo e non farlo fuggire via; quando egli si svegliò fece per alzarsi, ma le pietre erano così pesanti che subito cadde a terra e morì.

Tutti e tre contenti festeggiarono con vino e focaccia. "Per fortuna che oggi son capitato nelle vostre vicinanze!", esclamò il cacciatore. "Cappuccetto Rosso, vieni, torniamo da tua madre. Anche lei, signora, ci segua; non è sicuro al momento stare qua, la aiuto io.", proseguì. "Mentre c'incamminiamo, raccontatemi, cosa vi è successo?", chiese infine. Cominciò Cappuccetto Rosso: "Mia mamma mi ha chiesto di portare alla nonna un pezzo di focaccia e una bottiglia di vino perché è debole e malata. Si è raccomandata di non uscire di strada, che poi cado e rompo la bottiglia, lasciando la nonna a mani vuote. Mi ha detto anche di portarti i suoi saluti, nonna.", disse all'anziana madre; poi rivolgendosi al cacciatore raccontò di quello che sarebbe dovuto essere un semplice viaggio di mezz'ora nel bosco. "Ho incontrato il lupo, ma non sapevo fosse tanto cattivo. Mi ha chiesto dove stavo andando, e cos'avevo sotto il grembiule. Gli ho detto che il vino e la focaccia erano per la nonna! Poi mi ha chiesto dove abitava, e mi ha accompagnato per un po', ma ad un certo punto si è lamentato per com'ero seria mentre tutto il bosco intormo a me era allegro e profumato. Allora sono corsa nel bosco a raccogliere dei fiori, ne ho presi finché non riuscivo più a portarne! Poi sono corsa dalla nonna, e ho trovato la porta spalancata, e quella che credevo essere la nonna era nel letto, mi faceva un po' paura... Poi mi ha mangiato!", concluse Cappuccetto Rosso sull'orlo delle lacrime. Prese parola la nonna, e raccontò del lupo che imitando la di rosso incappucciata nipote la ingannò, indossando poi i suoi vestiti. "Siamo arrivati.", constatò il cacciatore. "Voi riposate e riprendetevi, penserò io al lupo.", disse deciso. E tornò dal lupo, per prendersi la pelle.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.